ACTA bye bye ;)

luglio 4, 2012 alle 3:19 pm | Pubblicato su CONSUMATORI, DIRITTO, INTERNET, PROPRIET INTELLETTUALE | Lascia un commento
Tag: ,

L’ultima volta avevo titolato ACTA bye bye ?! ora possiamo eliminare il punto interrogativo, aggiungere lo smile 😉 e brindare !

Eh sì, il Parlamento europeo in seduta plenaria ha definitivamente respinto ACTA a grande maggioranza: 478 voti contro, 39 favorevoli e 165 astenuti. Il voto di oggi segna dunque la fine del dibattito su ACTA al Parlamento europeo. Il Trattato di Lisbona richiede infatti il consenso del Parlamento per qualsiasi accordo commerciale per essere vincolante per la UE.

Dopo il voto di oggi ACTA non potrà entrare in vigore nella UE. Resta da vedere quale sarà l’approccio che seguirà poi la Commissione europea, che ha già annunciato l’intenzione di attendere il parere della Corte di giustizia europea entro la fine del 2013 sulla compatibilità di ACTA con i Trattati UE, compresa la Carta dei diritti fondamentali. Nel suo discorso di fronte al Comitato per il commercio internazionale del Parlamento europeo, Il Commissario De Gucht, responsabile per il commercio aveva infatti annunciato la sua intenzione di presentare ACTA al Parlamento europeo per una seconda votazione, molto probabilmente dopo il parere della Corte di Giustizia e l’elezione del nuovo Parlamento europeo.

Anche se non entrerà in vigore in Europa ACTA tuttavia potrà essere vincolante per il resto dei Paesi terzi firmatari (Canada, Australia, Giappone, Marocco, Nuova Zelanda, Corea del Sud, Singapore , USA ecc).

Annunci

ACTA bye bye ?!

Mag 31, 2012 alle 5:55 pm | Pubblicato su CONSUMATORI, DIRITTO, INTERNET, PROPRIET INTELLETTUALE | 1 commento
Tag: , , ,

Dopo aver scritto ai parlamentari italiani che siedono presso la Commissione del Parlamento europeo LIBE per le libertà civili, la giustizia e gli affari interni,  JURI giuridica, la Commissione ITRE per l’industria, la ricerca e l’energia  chiedendo loro di rigettare il Trattato internazionale ACTA, che mira a rafforzare la tutela dei diritti di proprietà intellettuale a discapito dei diritti dei consumatori e delle libertà fondamentali dei cittadini, saluto con grande soddisfazione il voto negativo da parte di tutte e tre le Commissioni.

Si tratta di una grande vittoria per i consumatori e i cittadini europei.

Attenzione però, un bocciatura netta ma non definitiva, il prossimo passaggio importante sarà il voto presso la Commissione sul Commercio Internazionale, previsto per il il 21 giugno, mentre il voto definitivo presso il Parlamento Europeo in sessione plenaria, dovrebbe tenersi entro luglio.

Per come si sono messe le cose oggi, le probabilità che il Trattato ACTA ha di essere approvato sono ormai fortunatamente molto scarse.

Consumers International: Legislatori lavorate CON e non CONTRO i consumatori in materia di copyright

aprile 23, 2012 alle 9:25 am | Pubblicato su CONSUMATORI, DIRITTO, INTERNET, PROPRIET INTELLETTUALE | Lascia un commento
Tag: , , , ,

 Consumers International (CI) invita i copyright holders, i titolari di proprietà intellettuale e SOPRATTUTTO i Legislatori a lavorare CON i consumatori, non CONTRO di loro, per evitare future proteste di massa sul diritto di accesso a Internet senza interferenze.

The call comes as CI publishes its fourth annual IP Watchlist; an international review and rating scorecard of IP legislation around the world. For the fourth year running the IP Watchlist reveals an entrenched anti-consumer bias among IP laws, which continues to serve the narrow interests of multi-national copyright holders from the music, film and publishing industries.

Our assessment shows that an entrenched anti-consumer bias continues to pervade IP legislation. Unchecked, this could lead to further public protests.

Leggi di più qui

ACTA, ma è legale ? No, assolutamente NO

febbraio 23, 2012 alle 2:12 am | Pubblicato su CONSUMATORI, DIRITTO, INTERNET, PROPRIET INTELLETTUALE | 1 commento
Tag: , , , , ,

Sono felice, ma trovo, per altro verso, oltremodo peculiare che la Commissione europea chieda ora alla Corte di Giustizia se il Trattato ACTA è in contrasto con le norme comunitarie che tutelano i diritti e le libertà fondamentali dei cittadini europei.

Nello strano lavoro che faccio mi capita spesso che a un certo punto mi chiedano secco: Ma è legale ? Io provo ad argomentare che il discorso deve essere più ampio, bisogna anche valutare se è opportuno, economicamente utile e sostenibile etc etc … ma l’interlocutore non ascolta e alla fine ritorna lì: sì sì ok, ma, comunque, è legale ?

Nel caso di specie è un pò la stessa cosa, anche la Commissione chiede in sostanza alla Corte di Giustizia: ma ACTA è legale ?! Ovviamente anche una risposta positiva non basterebbe a provare che il Trattato è giusto, buono, economicamente sostenibile, opportuno etc etc. L’aggravante nella domanda tardiva della Commissione è che essa stessa ha negoziato e poi firmato il Trattato senza prima consultare i cittadini, senza informare adeguatamente il Parlamento, e vabbè direte voi quisquillie, però che ora si svegli e chieda quasi ingenuamente alla Corte: ma è legale ? mi lascia un pochino di stucco.

Comunque, a scanso di equivoci, la risposta è chiaramente NO, no che non è legale e, in tal senso, molto più che le dichiarazioni del Commissario al Commercio Karel De Gucht, mi sono piaciute quella della Commissaria Viviane Reding:

(ANSA) – BRUXELLES, 22 FEB – ”La tutela del copyright non puo’ mai essere una giustificazione per eliminare la liberta’ di espressione o la liberta’ di informazione. Per questo motivo, l’opzione di bloccare internet non e’ mai da prendere in considerazione”. Lo ha indicato il Commissario Ue per la giustizia, diritti fondamentali e cittadinanza, Viviane Reding, commentando la decisione della Commissione europea di adire la Corte di giustizia sull’accordo commerciale contro la contraffazione Acta. ”L’Acta non deve cambiare assolutamente l’attuale accordo raggiunto col pacchetto europeo Telecom nel 2009 – ha segnalato Reding – in cui e’ stata esclusa la ‘three strikes law”’ – che e’ la disposizione legislativa contenuta nella legge francese Hadopi per la tutela del copyright e porta fino alla disconnessione forzata dell’utente da Internet per chi scarica materiale tutelato da copyright. ”La proprieta’ intellettuale – ha detto Reding – e’ un diritto fondamentale riconosciuto nella carta europea dei diritti fondamentali, protegge gli autori di creazioni artistiche, ma questo non e’ un diritto fondamentale assoluto. L’Ue e’ a favore della liberta’ d’accesso a Internet, per la liberta’ d’espressione, per la liberta’ di informazione”. (ANSA).

Dunque il Trattato ACTA è evidentemente illegale, perchè in contrasto in vari punti con l’acquis comunitario, ma è anche inopportuno, antieconomico, assurdo, oscurantista, illiberale e per questo va rigettato con forza, se a tale scopo serve l’intervento della Corte di Giustizia ben venga.

ACTA: c’è chi dice no … sono Prof e sono in tanti !

gennaio 20, 2011 alle 7:57 pm | Pubblicato su CONSUMATORI, DIRITTO, INTERNET, PROPRIET INTELLETTUALE | 1 commento
Tag: ,

Come noto sono molto critico su ACTA anche se la versione finale è stata edulcorata nelle sue parti più inaccettabili, ora vedo e rilancio questa iniziativa:

A group of prominent European academics has released today an opinion on the Anti-Counterfeiting Trade Agreement (ACTA). The opinion identifies the most critical aspects of ACTA and invites European and national institutions to carefully consider the opinion before ratifying the Agreement or withholding consent.

The opinion is open for signatures until February 7, 2011. It will then be submitted to the European Parliament and other relevant European and national institutions.

The text of the Opinion can be found here.

Blog su WordPress.com.
Entries e commenti feeds.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: