Altroconsumo, Movimento Difesa del Cittadino, Assoprovider e Assintel al TAR contro AGCOM a tutela della libertà d’espressione in rete

aprile 1, 2014 alle 7:51 am | Pubblicato su CONSUMATORI, DIRITTO, INTERNET, PROPRIET INTELLETTUALE | 1 commento
Tag: , , ,

Per maggiori info qui sul sito di Altroconsumo dedicato a giornalisti e istituzioni

agcom1Oggi 31 marzo entra in vigore il Regolamento AGCOM in materia di tutela del diritto d’autore sulle reti di comunicazione elettronica.

Un provvedimento inopportuno e infondato secondo Altroconsumo che ha presentato insieme a Movimento Difesa del Cittadino, Assoprovider e Assintel un ricorso al TAR Lazio per chiederne l’annullamento. Questi soggetti, pur con finalità diverse tra loro, da quelle consumeriste a quelle imprenditoriali, concordano su una posizione ferma: la procedura dell’Autorità è ingiusta: un esercizio di repressione sul web che non prevede alcun ricorso alla Magistratura come prescrive invece il nostro Ordinamento e la nostra Costituzione.

Da domani nel nostro Paese sarà possibile per consumatori e utenti trovarsi cancellati i propri siti internet, i blog, i forum per una ipotetica violazione del diritto d’autore senza che sia neppure comunicata loro in maniera adeguata l’esistenza di una procedura amministrativa di tipo sanzionatorio a loro carico.

Il Regolamento AGCOM appare gravemente viziato sotto molteplici aspetti nonostante una genesi e un dibattito durati più di tre anni, anche all’interno della stessa Authority. Di fatto, è ancora aperta la questione della legittimazione di AGCOM in materia di diritto d’autore data la legislazione vigente.

La promessa che i due pilastri del provvedimento sarebbero stati la promozione dell’offerta legale e l’enforcement non è stata mantenuta:  il Regolamento AGCOM si occupa in realtà solo di questo secondo aspetto, la parte dedicata alla promozione del mercato legale appare al contrario blanda, senza alcuna effettività e quindi pressoché inutile.

Solo il Parlamento ha le prerogative per adottare una riforma del diritto d’autore più armonica ed equa che tratti entrambi gli aspetti, privilegiando il rispetto dei diritti dei consumatori nel nuovo contesto digitale; in caso contrario parlare di sviluppo del mercato legale dei contenuti risulterebbe velleitario se non ingannevole.

Ora il Tribunale Amministrativo nell’interesse dei cittadini protegga le prerogative del Parlamento in una materia – come quella della libertà d’espressione in Internet – che assume sempre più una importanza cruciale per la nostra Democrazia.

Qui puoi rivedere in materia il dibattito di ieri alla Camera al convegno “Internet e libertà d’espressione – C’è bisogno di nuove leggi?”

 

Toh il Regolamento AGCOM ddaonline produce già oltre mezzo milioni di euro. Di benefici ? No, di costi !!!

febbraio 7, 2014 alle 6:45 pm | Pubblicato su CONSUMATORI, DIRITTO, INTERNET, PROPRIET INTELLETTUALE | 1 commento
Tag: , , , ,

AGCOMLeggete questa deliberina AGCOM e traete voi le più opportune deduzioni …

Il Regolamento AGCOM in materia di diritto d’autore online che non è ancora entrato in vigore e sulla cui legittimità il TAR sarà chiamato entro breve a pronunciarsi, produce già oltre mezzo milione di euro di costi, per la precisione euro 533.958,88(cinquecentotrentatremilanovecentocinquantotto/88).

Noi lo avevamo ampiamente previsto ma non per questo ci sentiamo purtroppo più felici. Anzi ci girano non poco le balle!

Regolamento AGCOM sul diritto d’autore: gl’è tutto sbagliato, gl’è tutto da rifare!

dicembre 17, 2013 alle 5:48 pm | Pubblicato su CONSUMATORI, DIRITTO, INTERNET, PROPRIET INTELLETTUALE | Lascia un commento
Tag: , , ,

agcom_ueAlla lettura del post con il quale l’amico Fulvio Sarzana rivela i contenuti delle osservazioni molto critiche, formulate ai sensi della Direttiva 34/98, dalla Commissione europea all’AGCOM circa l’ormai famigerato Regolamento in materia di diritto d’autore online, sono d’apprima trasalito e poi – una volta che mi sono ripreso – queste sono state le prime parole che – quasi la buon’anima di Bartali si fosse impossessato di me – ho proferito:

 gl’è tutto sbagliato, gl’è tutto da rifare

Con lo stesso accento toscano parlato ovviamente meglio di me, e sicuramente con maggiore autorevolezza, era stato, in realtà  già Matteo Renzi nel weekend a dichiarare in sostanza la premorienza del provvedimento dell’Autorità di Via Isonzo prima ancora che fosse pubblicato ufficialmente. Ora però, alla luce delle pesanti osservazioni della Commissione – non dell’ultimo dei pirati – che AGCOM non sembra aver tenuto in dovuta considerazione nel testo finale reso pubblico in estratto sul suo sito web, l’unica via d’uscita per Cardani & C sembra essere quella di evitare di procedere a pubblicare ufficialmente la delibera.

Come rileva correttamente Fulvio Sarzana la Commissione offre infatti una sola via d’uscita ad AGCOM nell’ultima frase del documento inviato alle Autorità italiane:

“Dato che il progetto di notifica è stato sottoposto a consultazione pubblica, la Commissione desidera ricordare alle autorità italiane l’obbligo di comunicare nuovamente un progetto a norma dell’articolo 8, paragrafo 1, comma 3 della direttiva 98/34/ce, qualora modifiche al progetto inizialmente modificato “ne alterino il campo di applicazione, ne abbrevino il calendario inizialmente previsto, aggiungano o rendano più rigorosi le specificazioni o i requisiti”.

Pare di tutta evidenza che AGCOM dovrà quindi come minimo ora procedere a rinotificare alla Commissione, ai sensi della Direttiva 98/34,  il testo modificato del regolamento approvato in seno al suo Consiglio in data 12 dicembre astenendosi ovviamente nel contempo dal pubblicarlo ufficialmente.

Si badi bene, come rileva Sarzana, il documento di osservazioni della Commissione “è  firmato dal Vicepresidente della Commissione Maros Sefcovic, Commissario alle relazioni istituzionali,  e  arriva alla rappresentanza diplomatica italiana di Bruxelles il 2 dicembre, per essere poi inoltrato al Governo Italiano, ma i canali diplomatici sono lunghi ed il documento arriva in realtà al Governo Italiano solo in questi giorni” si tratta dunque di osservazioni inviate formalmente dalla Commissione al Governo italiano, se pertanto AGCOM non ottempererà a quanto in esse precsritto ignorando i rilievi di Bruxelles sui diritti fondamentali (non bruscolini) e vorrà andare avanti comunque nell’approvazione potrà essere il nostro Governo a consigliarla vivamente a non farlo.

A Palazzo Chigi c’è un altro inquilino che, sebbene con inflessione pisana, conosce altrettanto bene il toscano, Enrico Letta glie lo dica anche Lei una volta per tutte a Cardani, Posteraro & C:

 gl’è tutto sbagliato, gl’è tutto da rifare

Diritto d’autore: l’avvocato generale Villalón sottolinea indirettamente le inappropriatezze del Regolamento AGCOM

novembre 26, 2013 alle 7:00 pm | Pubblicato su CONSUMATORI, DIRITTO, INTERNET, PROPRIET INTELLETTUALE | Lascia un commento
Tag: , , , ,

E’ di tutta evidenza come le conclusioni dell’avvocato generale Pedro Cruz Villalón nel caso UPC Telekabel debbano indurre un ripensamento all’Agcom circa il testo di Regolamento notificato alla Commissione.

corte di giustiziaCome ci affatichiamo da tempo a sostenere non sussistono infatti nella proposta di Regolamento Agcom sufficienti esplicitazioni circa le misure da adottare caso per caso con la adeguata proporzionalità rispetto alle specifiche violazioni che l’Autoritá si troverebbe ad affrontare all’indomani dell’approvazione.

Manca inoltre nel testo proposto da Agcom anche la benché minima analisi dei costi e degli oneri che sarebbero addossati agli ISP, cosa che, sempre secondo l’avvocato generale Villalón, é compito che spetta ai giudici nazionali indicare e contemperare in ogni caso di specie, tanto più dovrebbe esserlo per un’Autorita amministrativa come Agcom che, al contrario, non ha mai voluto affrontare la questione, nonostante l’avessimo più volte richiamata a ciò.

Nel testo attuale del Regolamento non c’è alcuna traccia di tutto questo e non si comprende come potrebbe poi operare in concreto Agcom se non ha neanche posto i principi.

Le conclusioni odierne dell’avvocato generale Villalón confermano dunque le nostre preoccupazioni circa l’inappropriatezza del Regolamento che ora Agcom sarà costretta a modificare e a rimetere in consultazione – come espliciterà a breve anche la Commissione europea. La prospettiva che auspichiamo rimane in ogni caso il ritiro del Regolamento e la parlamentarizzazione della discussione in materia di diritto d’autore online.

Libertà fondamentali sul web. Il Regolamento AGCOM sul diritto d’autore – 22 novembre, Camera dei Deputati, Sala della Mercede

novembre 18, 2013 alle 11:23 pm | Pubblicato su CONSUMATORI, DIRITTO, INTERNET, PROPRIET INTELLETTUALE | Lascia un commento
Tag: , , , , , ,

avvocatoSegnalo il seguente Convegno: “Libertà fondamentali sul web. Il Regolamento AGCOM sul diritto d’autore” in programma venerdì prossimo 22 Novembre, dalle 10 alle 13, alla Camera dei Deputati,  presso la Sala della Mercede.

Sarà certamente l’occasione per fare il punto della situazione su questo dossier dopo le importanti novità odierne

Prima sessione
Libertà fondamentali e ruolo del Parlamento
Modera :  Fulvio Sarzana

Nicola D’Angelo, Magistrato ex Commissario AGCOM
Vincenzo Vita, già senatore del PD
Gennaro Migliore, Capogruppo di SEL alla Camera
Paolo Gentiloni;, deputato del Partito Democratico
Francesco Pizzetti, Ordinario di Diritto Costituzionale, ex Garante privacy.
Michele Boldrin; Professore Washington University a St. Louis, nel Missouri. *in attesa di conferma

Seconda sessione
Diritti fondamentali sul web ed attività d’impresa
Modera:  Arturo Di Corinto

Paolo Nuti, Vicepresidente di AIIP-Confindustria digitale
Dino Bortolotto, Presidente Assoprovider Confcommercio
Giovanna De Minico, Professore di Diritto Costituzionale Università degli Studi di Napoli
Giovanni Maria Riccio, Professore di diritto comparato Università di Salerno
Marco Orofino, Professore di diritto delle comunicazioni elettroniche Università statale di Milano
Marco Pierani, Responsabile relazioni istituzionali Altroconsumo

Per registrarsi info(AT)lidis.it  

Frank La Rue e Emma Bonino: un uno-due che sbarra la strada al Regolamento AGCOM

novembre 18, 2013 alle 10:35 pm | Pubblicato su CONSUMATORI, DIRITTO, INTERNET | 1 commento
Tag: , , , , , ,

LaRueemmaboninoDopo le dichiarazioni della Presidentessa della Camera Laura Boldrini, arriva oggi un altro notevole uno-due contro il Regolamento AGCOM in materia di diritto d’autore da parte del Relatore Speciale dell’ONU sulla promozione e la protezione della libertà di espressione Frank La Rue e, a stretto giro, anche dal Ministro degli Esteri Emma Bonino.

A parere di entrambi sussistono seri ed evidenti rischi per la libertà d’espressione, per entrambi la palla deve tornare al Parlamento.

Da queste parti la cosa non suona certo come nuova ma prendiamo atto con estrema soddifazione di come tali posizioni siano ora state espresse da Istituzioni autorevolissime.

Imho l’autorevolezza di chi ha parlato oggi chiaramente in questo senso dovrebbe indurre altri ad un definitivo dietrofront.

AGCOM e diritto d’autore: un quadro di insieme sullo stato dell’arte del dossier

novembre 12, 2013 alle 7:03 pm | Pubblicato su CONSUMATORI, DIRITTO, INTERNET, PROPRIET INTELLETTUALE | Lascia un commento
Tag: ,

AGCOML’acceso dibattito sulla proposta di Regolamento AGCOM in materia di diritto d’autore online si è fino ad ora prevalentemente concentrato sulla questione inerente la sussistenza o meno in capo all’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni dei poteri necessari a deliberare in materia. Da una parte si sono schierati coloro che ritengono, sulla base di un’interpretazione estensiva dell’articolo 32-bis D.lgs 177/2005 introdotto dal c.d. Decreto Romani nonchè del Dlgs 70 del 2003, di attuazione in Italia della Direttiva sul commercio elettronico, che AGCOM possa allargarsi a regolamentare un procedimento di enforcement del diritto d’autore anche per quanto concerne le reti di comunicazione elettronica, dall’altra quelli che, al contrario – come il sottoscritto – considerano a dir poco claudicante tale legittimazione, che dovrebbe invece ritenersi limitata quanto all’oggetto allo specifico settore dei media audiovisi, ed in riferimento, quanto all’ambito soggettivo, solo ed esclusivamente ai fornitori di servizi media audiovisivi.

 Continua a leggere su Consumatori Diritti e Mercato questo mio articolo nel quale ho cercato di fare un quadro di insieme dello stato dell’arte del dossier, ovviamente si tratta di una visione di parte, ma dalla parte buona 😉 

Di questo ed altro parleremo peraltro a questa conferenza al Senato giovedì: Dialogo sulla Libertà di Informazione  

Con un sereno auguro di buona lettura …

ottobre 4, 2013 alle 5:56 pm | Pubblicato su CONSUMATORI, DIRITTO, INTERNET, PROPRIET INTELLETTUALE | Lascia un commento
Tag: , ,

posteraroDopo aver letto la lettera inviata al Direttore di Key4biz da parte del Commissario AGCOM Posteraro, Con Fulvio Sarzana e Dino Bortolotto abbiamo avvertito l’urgente necessità di fare alcune precisazioni anche e soprattutto a difesa delle prerogative del Parlamento.

Ringraziamo il Direttore Raffaele Barberio che ha prontamente pubblicato la nostra replica

Egregio Direttore,

 abbiamo deciso di commentare le parole del Commissario Francesco Posteraro dopo aver letto la lettera da quest’ultima indirizzata alla Sua Testata.

Come noto quello che ci divide nettamente da quest’ultimo è la legittimazione in capo ad Agcom ad emanare il Regolamento sul diritto d’autore, stante la legge vigente.

D’altra parte alle nostre medesime conclusioni, dopo le prime due tornate di consultazioni, era infine addivenuto persino il precedente Consiglio AGCOM tanto da spingersi a richiedere informalmente al Governo una norma di interpretazione autentica che fornisse all’Autorità la legittimazione necessaria a procedere con l’approvazione del proposto regolamento.

Il fatto che poi tale norma “agognata” dall’Autorità non sia mai stata “concessa” dal Governo è storia nota …

Continua a leggere qui su Key4biz

I disegni di legge presentati alla Camera e al Senato sono leggibili qui e qui con un sereno augurio di buona lettura al Commissario Posteraro e gli auguri di un buon weekend anche a tutti voi

Diritto d’autore online: ora Agcom si fermi

ottobre 2, 2013 alle 6:30 pm | Pubblicato su CONSUMATORI, DIRITTO, INTERNET, PROPRIET INTELLETTUALE | 2 commenti
Tag: , ,

20131002-193042.jpg Di seguito quanto emerso imho oggi al convegno sul diritto d’autore online:
AGCOM non ha alcuna legittimazione ad emanare il regolamento in materia di diritto d’autore online né in base al decreto Romani né tanto meno in attuazione del dlgs 70 del 2003, un decreto di 10 or sono che non richiede in alcun modo di essere attuato.
Nel merito del testo proposto da Agcom si rilevano peraltro crassi profili di incostituzionalità, incompatibilità con la legislazione comunitaria e, soprattutto, l’assoluto squilibrio tra la parte relativa all’enforcement, che instaura una procedura sommaria, sproporzionata e gravemente invasiva della libertà d’espressione in rete e quella relativa alla promozione del mercato legale dei contenuti, assolutamente inconsistente e quasi ridicola nella sua carenza di concretezza.
L’importante novità é che il Parlamento ha dato segno oggi di volersi finalmente occupare della materia, sono stati infatti presentati due disegni di legge armonici innovativi e molto interessanti anche sotto il profilo della tutela del consumatore in questo settore da parte dell’on.le Mirella Liuzzi M5S Camera e del Senatore Francesco Palermo, Autonomie, Senato, altri ne seguiranno. Anche Stefano Quintarelli ha dichiarato che presenterà un suo ddl.
Cardani ne prenda atto e blocchi l’approvazione del regolamento AGCOM in attesa dello sviluppo del dibattito parlamentare come aveva promesso.

Qui sul sito di Radio Radicale é possibile riascoltare tutto il convegno

Diritto d’autore: tra il vecchio e il nuovo – Conferenza Camera dei Deputati 2 ottobre

settembre 27, 2013 alle 3:59 pm | Pubblicato su CONSUMATORI, DIRITTO, INTERNET, PROPRIET INTELLETTUALE | Lascia un commento
Tag: ,

Nella speranza she possa essere una giornata costruttiva e che si guardi effettivamente più al nuovo che non al vecchio discutendo di diritto d’autore, segnalo questa conferenza alla Camera dei Deputati il prossimo 2 ottobre.

Nel video qui sopra l’ex Commissario AGCOM Nicola D’Angelo e una anticipazione dei temi che saranno affrontati, in primis la proposta di regolamento AGCOM in materia di diritto d’autore online.

DIRITTO D’AUTORE: TRA IL VECCHIO E IL NUOVO

 2 Ottobre ore 10-18

 Camera dei Deputati

Sala della Mercede,

via della Mercede 55, Roma

 

LE LEGGI e LA REGOLAMENTAZIONE

10:00 – 11:00

 

GUIDO SCORZA – avvocato

Diritto d’autore, una riforma necessaria

FULVIO SARZANA – avvocato, studio Lidis

Il nuovo regolamento Agcom

SIMONE ALIPRANDI – avvocato. ass. Copyleft-Italia.it

Nuovi modelli di gestione dei diritti d’autore

 

LA PIRATERIA, GLI AUTORI E I CONSUMATORI

11:00 – 12:00

 

DINO BORTOLOTTO – Assoprovider

Pirateria digitale e responsabilità degli ISP

CARLO BLENGINO – avvocato

Diritto d’autore e responsabilità degli intermediari

MARCO PIERANI – Ass. Altroconsumo

La tutela dei consumatori e il diritto d’autore

ADRIANO BONFORTI – Ass. Patamu

La tutela degli autori e il ruolo della Siae

 

LE PROPOSTE DELLA POLITICA

12:00 – 13:00

 

GENNARO MIGLIORE (SEL)

PAOLO COPPOLA (PD)

MIRELLA LIUZZI (M5S)

STEFANO QUINTARELLI (SCELTA CIVICA)

ANTONIO PALMIERI (PDL)

 

Conduce: Arturo Di Corinto

 

L’INFORMAZIONE, LA SCUOLA e L’UNIVERSITÀ

14:30 – 16:00

 

VINCENZO VITA – Ass. Articolo 21

Il diritto all’informazione nell’era del digitale

ALESSANDRO GILIOLI – L’Espresso

Diritto d’autore e diritto di reputazione

ANTONELLA DE ROBBIO – Ass. Biblioteche

le biblioteche e il diritto d’autore

MARIA CHIARA PIEVATOLO – docente filosofia Univ. Pisa

Open Access per la ricerca scientifica

GIULIO DE PETRA – Fondazione Ahref

Beni culturali, Beni comuni

 

Conduce: Maurizio Zammataro

 

DIBATTITO E CONCLUSIONI

16:00 – 17:00

 

NICOLA D’ANGELO – Magistrato, ex commissario Agcom

GENNARO MIGLIORE – Capogruppo SEL Camera Deputati

 

 

Gruppo parlamentare Sinistra Ecologia e Libertà Camera dei Deputati

Forum Innovatori SEL Lazio

 

 

 

Nota: si ricorda che per l’ingresso nei palazzi della Camera dei Deputati è necessario indossare la giacca.

 

Giornalisti e teleoperatori devono accreditarsi presso l’Ufficio Stampa della Camera

 

Per accedere alla sala, partecipare ai lavori e prenotare un intervento al convegno è necessario inviare una email a uno dei seguenti indirizzi:

 

arturo.dicorinto@gmail.com

maozamma@gmail.com

fulvio.sarzana@lidis.it

Pagina successiva »

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.
Entries e commenti feeds.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: