Decreto Liberalizzazioni: il governo tiri dritto e non ceda in alcun modo alle pressioni delle lobby

gennaio 19, 2012 alle 5:47 pm | Pubblicato su CONSUMATORI, DIRITTO, POLITICA | Lascia un commento
Tag: , , , ,

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Questo l’invito di Altroconsumo al Governo Monti con la petizione che si può firmare sul sito dell’associazione:

Nel corso dell’attuale legislatura le politiche di liberalizzazione hanno conosciuto purtroppo una battuta d’arresto. Abbiamo addirittura assistito, in molti settori, ad accenni di controriforme. Occorre invece abbattere le rendite di posizione, creare più concorrenza, fare rispettare adeguate regolamentazioni nel caso di presenza di monopoli naturali o di posizioni dominanti, tenere alto il profilo del cambiamento in settori chiave come libere professioni, carburanti, banche e assicurazioni, farmaci, commercio e grande distribuzione, trasporti… Per risollevarsi dall’attuale situazione di crisi, il nostro sistema Paese deve diventare più competitivo a livello internazionale e la via principale per ottenere ciò è quella di eliminare le barriere anticoncorrenziali interne, sviluppare finalmente una seria politica dei consumatori e realizzare una società più moderna ed equilibrata. Ritenendo, pertanto, che il decreto liberalizzazioni predisposto dal Governo Monti vada nella giusta direzione e ponga di nuovo il cittadino/consumatore al centro delle scelte politiche, Altroconsumo e i firmatari della presente petizione invitiamo il governo a tirare dritto senza cedere in alcun modo alle pressioni delle lobby. Vogliamo un Paese innovativo, competitivo ed europeo, anziché, come troppo spesso è avvenuto, conservatore e corporativo.

Sempre sul sito di Altroconsumo si trova un’analisi dellle misure contenute nella bozza di decreto.

Annunci

Ora basta cazzate, c’è da salvare il Paese. Forza Italia!

novembre 13, 2011 alle 12:02 am | Pubblicato su POLITICA | 1 commento
Tag: , , , ,

Luca De Biase conclude così questo bel bel post di qualche giorno fa Mario Monti: una road map per gli italiani :

Oggi, le macerie sono culturali e la ricostruzione è morale, intellettuale, solidale. Quindi prima di tutto occorre riconoscerla, uscendo dalla fiction. Poi va definita una strada credibile e fondata empiricamente, con informazione trasparente perché si veda la ricostruzione. Infine si deve vedere una forma di progresso, che non sarà probabilmente solo quantitativo, ma soprattutto qualitativo: ambiente, relazioni sociali, profondità e opportunità culturali. Le nuove regole saranno legittimate da questa progettazione. Monti non sarà solo di fronte a un programma così vasto. Perché gli italiani quando capiscono come stanno le cose e vedono una strada anche impegnativa da prendere per i loro figli, per le persone che amano, per se stessi, riescono a unirsi e a superare difficoltà incredibili. Purtroppo queste fasi durano poco in Italia. Ma questa volta, in quelo poco tempo, dovranno impostare una prospettiva di lunga durata. L’Europa, in questo, sarà di grande aiuto. È tempo di conoscerla e riconoscerla. Imho.

Concordo su ogni singola parola, e allora dai, Forza Italia!

Blog su WordPress.com.
Entries e commenti feeds.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: