AGCOM e diritto d’autore in Rete – ribadisco: è tutto un gioco, tutto uno scherzo, una burla, un divertissement …

luglio 28, 2011 alle 8:42 pm | Pubblicato su CONSUMATORI, DIRITTO, INTERNET, PROPRIET INTELLETTUALE | Lascia un commento
Tag: , , , , ,

C’è chi, come l’ottimo Guido Scorza, trova ancora la forza di indignarsi nell’apprendere da alcune agenzie quanto avrebbe dichiarato il Presidente Calabrò oggi in audizione presso le Commissioni VII e VIII del Senato:

…Sottolineando che l’Autorita’ “auspica un intervento del Parlamento per raccordare in maniera piu’ efficace le norme esistenti ed, eventualmente, colmare il vuoto relativo all’intervento sui siti esteri” …

LOL, adesso è Lui a chiedere un intervento del Parlamento, questa è buona Presidente, aahhahha mi scompiscio!!! come diceva Totò, sono mesi che gli diciamo che l’Autorità non ha le prerogative sufficienti per intervenire con un regolamento che possa significare qualcosa di utile, concreto, sostenibile, in questo ambito … mi scompiscio ehhh ora Lui chiede l’intervento del Parlamento ma, questo non è ancora niente, sentite quest’altra:

L’atteggiamento dell’Autorità è quanto più aperto alle sollecitazioni, con una nuova “consultazione pubblica aperta fino al 15 settembre”. Inoltre, racconta, “il consiglio ha deciso venerdì di notificare il nostro schema alla Commissione Europea, che ha 90 giorni dalla notifica per farci pervenire le sue osservazioni. Vogliamo che il testo non sia nemmeno un centimetro oltre l’orizzonte comunitario. Non riteniamo che lo sia, ma vogliamo il vaglio della Commissione”

Super LOL ! prima l’AGCOM mette il Regolamento in consultazione in piena estate con l’effetto di lasciare alle parti interessate a commentare un tempo risicatissimo e ora Lui dice che però venerdì si sono di nuovo riuniti e hanno deciso di notificare il regolamento alla Commissione europea che avrà 90 giorni per fare le proprie osservazioni … Mi scompiscio ahhh, questa è anche meglio Presidente, Lei mi emoziona, a noi termine per le osservazioni entro il 15 settembre, ma ora s’è ricordato che la Commissione ha 90 giorni per le proprie osservazioni ahh ahha 😉

Guido, anche tu … non te la prendere, non hai capito ? è tutto un gioco, tutto uno scherzo, una burla, un divertissement …

Grazie Presidente Calabrò ci stiamo divertendo un mondo, è adesso andiamo in ferie più tranquilli.

Ah dimenticavo un’ultima cosa: un uccellino da Bruxelles mi dice che non è ancora arrivata alcuna notifica: ahhh ahhh mi scompiscio Presidente …

AGCOM e diritto d’autore in Rete – come abbiamo fatto a non capire? è tutto un gioco, tutto uno scherzo, una burla, un divertissement …

luglio 27, 2011 alle 1:45 pm | Pubblicato su CONSUMATORI, DIRITTO, INTERNET, PROPRIET INTELLETTUALE | 1 commento
Tag: , , , , , , , ,

Domani il Presidente Calabrò tornerà a riferire alle Commissioni VII e VIII del Senato in seduta congiunta circa l’ormai famigerata proposta AGCOM in materia di diritto d’autore in Rete. Su come sia andata la settimana scorsa ho già avuto modo di riferire qui e qui.

Pur sapendo che sarà un’impresa ardua superare il poliedrico Presidente che, in quanto ad ispirazione artistica, è notoriamente ben dotato (vedi video sopra), questa volta vorremmo omaggiarlo con un’opera  “La Rete, una Sinfonia”, composta di due parti:

•            I nostri “cinguettii” per la libertà della Rete Internet

•            Concerto per domande e risposte

Trovate maggiori informazioni sull’iniziativa, come aderire e supportarla sul sito di Agorà Digitale

Il fatto è che fino ad ora non avevamo compreso che è tutto un gioco, tutto uno scherzo, una burla, un divertissement … e avevamo quindi risposto alla prima consultazione con un pesante documento di trenta pagine infarcito di considerazioni giuridiche, economiche, persino sociologiche. Successivamente, ritenendo di non avere ancora approfondito a sufficienza le questioni aperte dalla proposta AGCOM, avevamo addirittura pubblicato un Libro bianco su diritto d’autore e diritti fondamentali nella rete Internet_ e, infine, in fretta e furia, in occasione dell’audizione della scorsa settimana, pur riservandoci di svolgere tutte le osservazioni più opportune e puntuali sulla proposta emendata di Agcom nei termini della nuova consultazione, avevamo colto l’occasione per esternare con questa lettera  le nostre preoccupazioni circa un articolato che rimane purtroppo gravemente lesivo delle prerogative del Parlamento.

Che errore ragazzi, come abbiamo fatto ad essere così stupidi, a non capire … fortunatamente ci ha pensato Lui ad aprirci gli occhi inserendo, ad arte, nell’ambito della sua performance al Senato della scorsa settimana questo messaggio in codice:

L’adozione del regolamento Agcom è stata preceduta da una vigilia carica come non mai di tensione, cui la rete ha dato voce amplificandola, in un fiume di commenti, cinguettii, grida di allarme, iniziative. Più megafono che piattaforma di discussione, se vogliamo essere obiettivi.

Ma sì, come avevamo fatto a con capirlo prima: è tutto un gioco, tutto uno scherzo, una burla, un divertissement … il Presidente Calabrò vuole giocare con noi, come potrebbe spiegarsi altrimenti che, come rilevato da Guido Scorza, nella  modulistica allegata allo schema di regolamento messo in consultazione da Agcom si prevede che le ragioni a supporto dell’illegittimità della pubblicazione di un contenuto così come le controdeduzioni a supporto della sua legittimità debbono essere fornite dagli interessati in “50 caratteri MAX”, meno di mezzo tweet ?!

 

Ma sì, è un altro messaggio in codice che ci ha lanciato Calabrò mentre noi, giù testoni ad argomentare in punta di diritto, sull’illegittimità e l’incostituzionalità del regolamento, sulla sua contrarietà a norme e principi comunitari … come facevamo a non averlo capito ? è tutto un gioco, tutto uno scherzo, una burla, un divertissement …

E allora dai, amici, divertiamoci, partecipate anche voi a costruire questa gioiosa Opera “La Rete, una Sinfonia” il Presidente ne sarà ben felice, adora l’Arte, inviate anche voi i vostri “cinguettii” per la libertà della Rete Internet

Comincio a proporne un paio anch’io:

è tutto un gioco, tutto uno scherzo, una burla, un divertissement

Ooops, no, peccato, troppo lungo secondo i parametri AGCOM …

Questo notice and take down all’amatriciana è una porcata!

Eccolo, perfetto! 50 caratteri, se AGCOM concederà il beneficio di non computare gli spazi questo mezzo tweet potrebbe anche essere utilizzato come frase standard nei counter notice …

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.
Entries e commenti feeds.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: