Caso Avastin: bene l’Antitrust! per Roche e Novartis arrivano le sanzioni esemplari richieste da Altroconsumo

marzo 5, 2014 alle 12:55 pm | Pubblicato su CONSUMATORI, DIRITTO | 1 commento
Tag: , , , ,

Udienza Finale Antitrust Caso AvastinAnche oggi è una bella giornata!

Avevamo chiesto sanzioni esemplari e sono arrivate

L’Antitrust ha inflitto una multa esemplare di oltre 180 milioni di euro a Roche e Novartis, accertando che si sono accordate per escludere l’utilizzo di un farmaco economico, Avastin, e favorirne uno enormemente più costoso, Lucentis, nella cura di una diffusa malattia della vista. Un accordo costato al Servizio Sanitario Nazionale fino a 600 milioni di euro in più all’anno. L’Antitrust ha così accolto in pieno la nostra denuncia.

 La nostra denuncia e la nostra richiesta di una multa esemplare sono state accolte: l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha deliberato che i gruppi Roche e Novartis hanno posto in essere un’intesa restrittiva della concorrenza e li ha multati con oltre 180 milioni di euro. Il motivo: i gruppi farmaceutici Roche e Novartis, rispettivamente produttori dei farmaci Avastin e Lucentis, hanno fatto un accordo per ostacolare l’uso di Avastin e promuovere quello di Lucentis. Stando a quanto riportato dagli studi disponibili, il Lucentis è del tutto equivalente all’Avastin, utilizzato già da tempo in ambito oftalmico. L’unica grossa differenza sta nel prezzo: il Lucentis costa 50 volte in più dell’Avastin. Questo accordo ha comportato un aumento dei costi per il Servizio sanitario nazionale di oltre 600 milioni di euro all’anno.

Doppio l’effetto dannoso sui consumatori finali, quello diretto – i più alti prezzi del farmaco per la maculopatia – e quello che gli stessi hanno dovuto indirettamente subire quali contribuenti, visto l’enorme superiore esborso da parte di Regioni e Asl.
C’era e c’è in ballo la salute dei cittadini: le due case farmaceutiche si sono macchiate di una grave lesione anche eticamente riprovevole nei confronti di consumatori particolarmente deboli e in stato di necessità, Altroconsumo aveva chiesto che l’Antitrust tenesse conto anche di questo aspetto nella commisurazione delle sanzioni, chiedendo sanzioni esemplari nei confronti di Roche e Novartis. Ora giustizia è fatta. Altroconsumo, che ha partecipato attivamente al procedimento, sta ora valutando la possibilità di avviare una class action per ottenere il risarcimento dei malati coinvolti. 

Continua a leggere su Altroconsumo.it

Annunci

Caso Avastin: Altroconsumo chiede all’Antitrust sanzioni esemplari per Roche e Novartis

febbraio 5, 2014 alle 4:39 pm | Pubblicato su CONSUMATORI, DIRITTO | 1 commento
Tag: , , , , , , ,

Udienza Finale Antitrust Caso AvastinSi è tenuta lunedì 27 gennaio l’udienza finale su un importante procedimento Antitrust circa una intesa lesiva della concorrenza nel settore farmaceutico, il caso è Roche-Novartis / Farmaci Avastin e Lucentis e Altroconsumo è tra le parti segnalanti.

Ovviamente spero che in questo caso – come in altri – l’Autorità decida in nostro favore, ma non è tanto questo che rende piacevole partecipare a queste udienze quanto il fatto che il rispetto della forma – pur nelle legittime schermaglie tra avvocati – riconcilia (ebbene sì può succedere anche in italia!) con il concetto di Autorità Indipendenti.

I maestri della disciplina antitrust ci hanno insegnato che una salvaguardia della corretta ed efficace concorrenza produce benefici e serve a tutelare i consumatori finali. E’ proprio su tali linee che si muove l’operato di questa Autorità che abbiamo imparato ad apprezzare in questi anni e dove ci troviamo a casa.

Cosa abbiamo chiesto nell’udienza finale

Perché l’azienda farmaceutica Roche, che produce Avastin, non ha mai richiesto l’estensione dell’indicazione dell’uso del farmaco alla cura delle maculopatie? Eppure i dati a supporto non mancherebbero. Non si capisce poi perché Lucentis debba costare così tanto. In realtà Roche e Novartis hanno commesso una grave violazione della concorrenza, con un doppio effetto dannoso sui consumatori finali: quello diretto (i prezzi più alti del farmaco per la maculopatia) e quello indiretto in qualità di contribuenti, visto l’enorme esborso da parte di Regioni e Asl. Queste case farmaceutiche si sono macchiate di una grave lesione anche eticamente riprovevole nei confronti di consumatori particolarmente deboli e in stato di necessità; abbiamo chiesto che nello stabilire le sanzioni si tenga conto anche di questo aspetto. Altroconsumo ha chiesto infatti che, sulla base dell’istruttoria e delle conclusioni dell’Antitrust, vengano date sanzioni esemplari a Roche e Novartis.

Maggiori info qui sul sito di Altroconsumo

Considerati gli esiti dell’istruttoria degli Uffici dell’Antitrust ora non ci rimane che attendere la decisione finale del Collegio dell’Autorità.

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.
Entries e commenti feeds.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: