Altroconsumo, il BEUC e mezza Europa contro il vizietto di Apple sulla garanzia di conformità biennale

marzo 19, 2012 alle 11:04 am | Pubblicato su CONSUMATORI, DIRITTO | 6 commenti
Tag: , , , ,

  Della questione ho già parlato qui nel blog. Ora, visto che Apple, nonostante la sanzione da parte dell’Antitrust, non pare avere alcuna intenzione a modificare il proprio comportamento scorretto e lesivo dei diritti dei consumatori alla garanzia di conformità biennale, Altroconsumo le ha inviato oggi una diffida preliminare ad inibitoria e così, allo stesso modo, anche 11 associazioni di tutta Europa, maggiori info qui sul sito di Altroconsumo:

La garanzia del venditore dura 24 mesi dalla data di acquisto del prodotto; Apple non esplicita nei punti vendita o nel sito in modo evidente l’applicazione della garanzia legale di conformità e propone invece il pacchetto Applecare protection plan, venduto come attivabile dopo un anno dall’acquisto del prodotto.

Le associazioni di consumatori in tutta Europa oggi inviano una diffida alla società affinché sospenda immeditamente il comportamento e si adegui alla norma europea.

 In Italia l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato il 21 dicembre 2011 ha sanzionato la Apple per pratica commerciale scorretta, comminando una multa di 900mila euro per non rispetto dell’art.130 del Codice del Consumo. Apple ha fatto ricorso contro il provvedimento ma nel frattempo ha proseguito nel non informare in modo esplicito i consumatori della copertura di due anni, norma valida in tutta Europa.

Altroconsumo ha raccolto in un dossier e in un video il comportamento scorretto dei venditori, visibile su http://www.altroconsumo.it/applegaranzia, chiamando a raccolta le associazioni dall’Olanda al Portogallo, dalla Spagna al Lussemburgo, dal Belgio alla Germania, grazie al BEUC, Bureau européen des association des consommateurs.

Commenta Paolo Martinello, presidente del BEUC e di Altroconsumo: “I leader di mercato sono credibili quando rispettano le norme e le leggi di tutela del consumatore, come la garanzia legale del prodotto. Apple non può sottrarsi alla norma europea presente nei diversi stati, ignorare le regole del gioco è miope e offusca la reputazione di un marchio”.

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.
Entries e commenti feeds.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: