AGCOM e massima trasparenza: vi teniamo d’occhio, a domani !

agosto 1, 2012 alle 7:13 pm | Pubblicato su CONSUMATORI, DIRITTO, TELECOMUNICAZIONI | 2 commenti
Tag: , , , , ,

Domani si terrà la prima riunione del nuovo Consiglio AGCOM, senz’altro apprezzabile la novità della pubblicazione dell’ordine del giorno di Consiglio e Commissioni CIR e CSP, così annunciata sul sito dell’Autorità: In un’ottica di massima trasparenza l’Autorità ha deciso di pubblicare da oggi, 1 agosto 2012, l’ordine del giorno delle riunioni del proprio Consiglio nonché della Commissione infrastrutture e reti (Cir) e della Commissione servizi e prodotti (Csp).  

Ora, però, per dirla tutta, gli aggettivi hanno un certo peso e quindi aspetterei un attimo a parlare di massima trasparenza, certo noi eravamo abituati al buio pesto e sarà difficile fare peggio del precedente Consiglio ma, per il momento, soprattutto se l’aggettivo è autoattribuito dall’Autorità stessa avrei meglio consigliato al redattore della notizia sul sito dell’AGCOM una espressione più equilibrata e meno altisonante del tipo: nell’ottica della normale trasparenza di cui deve connottarsi l’attività dell’organo di vertice di una Autorità di Garanzia …

Diverso sarà se, come auspicato da uno di quelli che, per merito e competenza, avremmo voluto vedere sedere tra i nuovi Commissari, l’Autorità si determinerà a rendere note non solo le sue decisioni ma anche le dissenting opinion dei Commissari che eventualmente voteranno contro e le loro motivazioni, questo sarebbe sì un grosso passo in avanti in termini di accountability e allora sarei io in primis a parlare di massima trasparenza dell’Autorità, a prescindere dal fatto che deciderà o meno come piacerebbe a me.

Comunque, bando alle ciance, altrimenti mi danno come al solito del polemico😉 nel merito la Commissione per le Infrastrutture e le Reti si occuperà, tra le altre cose, al primo punto in agenda di

Approvazione dell’offerta di riferimento di Telecom Italia per l’anno 2012 relativa ai servizi di raccolta, terminazione e transito delle chiamate nella rete telefonica pubblica fissa e disposizioni sulle condizioni economiche della portabilità del numero su rete fissa: esiti della consultazione pubblica avviata con la delibera n. 7/12/CIR e determinazioni conseguenti

Bene, quando ancora purtroppo non vigeva la normale trasparenza in AGCOM, avevo saputo in maniera carbonara che nell’ultima riunione del precedente Consiglio, anche a seguito della nostra esplicita richiesta di un intervento dell’Autorità, si era discusso dell’aumento delle tariffe fisso-mobile di Telecom Italia che riteniamo illegittimo. Il Consiglio aveva discusso della cosa ma non era arrivato ad alcuna conclusione definitiva – mi dicono – poi il mandato del precedente Consiglio era giunto a termine e l’Autorità era caduta in una sorta di letargo e, così, dal 1 luglio erano aihmè scattati gli aumenti di Telecom.

Occorre anche brevemente ricordare che quando, precedentemente, lo scorso novembre 2011, l’AGCOM aveva approvato il piano di riduzione delle terminazioni mobili, molto opportunamente, proprio per evitare che i risparmi non fossero riversati a favore dei consumatori aveva ritenuto utile introdurre nella Delibera 621/11/CONS la seguente specifica previsione in ordine alla vigilanza sul mercato retail: “V.48 L’Autorità, inoltre, al fine di verificare se ed in quale misura le riduzioni delle tariffe di terminazione si riflettano sui prezzi praticati all’utenza finale, ribadisce e sottolinea quanto già stabilito con la delibera n. 284/10/CONS, riguardo la necessità di proseguire nell’attività di monitoraggio dei prezzi dei servizi fisso-mobile praticati da Telecom Italia, riservandosi di azionare i poteri regolamentari e di vigilanza di cui dispone, qualora dovessero emergere elementi di criticità sotto il profilo della concorrenza e della tutela del consumatore”.

Come abbiamo già ampiamente dimostrato – per chi vuole fare un ripassino sulla questione può leggere qui – quegli elementi di criticità sotto il profilo della tutela del consumatore sono già evidentemente emersi, quelli relativi alla concorrenza rischiano di evdienziarsi a strettissimo giro, l’AGCOM non dovrebbe quindi a mio avviso attendere un minuto di più ed esercitare subito i suoi poteri di vigilanza dichiarando illegittimi gli aumenti di Telecom Italia, recuperando così il tempo perduto.

Tornando infine alla questione della trasparenza che è effettivamente importante, qualsiasi cosa decida domani l’AGCOM mi impegno ad essere io il primo a dichiarare che l’Autorità avrà adottato nuovi criteri di massima trasparenza se, a conclusione della riunione del Consiglio e della Commissione per le Infrastrutture e le Reti il relativo comunicato stampa dell’AGCOM preciserà:

a) se la questione degli aumenti delle tariffe fisso-mobile di Telecom Italia è stata affrontata;

b) quale è stata in dettaglio la decisione adottata;

c) se la decisione è stata presa all’unanimità e

d) in caso contrario espliciterà quale Commissario ha votato contro e per quali motivi

 

2 commenti »

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

  1. […] By admin at 2 Agosto, 2012, 12:23 pm // AGCOM e massima trasparenza: vi teniamo d’occhio, a domani ! « L’angolo di Pierani. […]

  2. […] del giorno non vedo alcun segno di trasparenza; potrei notarlo, come ha saggiamente suggerito Marco Pierani sul suo blog, se oltre all’elenco delle attività fosse resa nota anche la posizione dei singoli consiglieri, […]


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.
Entries e commenti feeds.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: