IVA sulla TIA: Altroconsumo chiede il rimborso a 103 Sindaci

luglio 19, 2012 alle 5:19 pm | Pubblicato su CONSUMATORI, DIRITTO, POLITICA | Lascia un commento
Tag: , , , , , , , ,

Come si può leggere nel comunicato odierno di Altroconsumo:

 L’associazione indipendente di consumatori scrive oggi a 103 sindaci di altrettanti Comuni in sedici Regioni – Abruzzo, Campania, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Piemonte, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Trentino-Alto Adige, Veneto, Umbria; le somme riscosse nel corso degli anni sulla TIA come Iva, cifre variabili complessivamente dai 70 ai 150 euro circa d’imposta non dovuta, devono essere restituite ai cittadini. È quanto stabilito dalla sentenza della Corte Costituzionale (n.238 del 24/7/2009) che ha chiarito la natura tributaria della TIA1, dunque non assoggetabile a Iva.

Mentre con la petizione al Governo che, in meno di due settimane, ha già raccolto oltre 12.000 adesioni avevamo chiesto una modifica legislativa che permettesse di risolvere definitivamente il problema, rivolgendoci adesso ai Comuni li mettiamo di fronte alle loro dirette responsabilità chiedendo formalmente loro il rimborso di quanto hanno incassato indebitamente dai cittadini.

Sono infatti senza ombra di dubbio proprio i Comuni (o le loro Municipalizzate) dal punto di vista legale a doversi fare parte attiva, dopo le sentenze della Corte Costituzionale e della Cassazione, e cacciare i soldi !

Altrimenti significa che non viviamo più in uno Stato di Diritto. Poco importa se i Comuni hanno già trasferito l’IVA, raccolta ingiustamente, allo Stato e se, quindi, non ne hanno più la disponibilità. I Comuni potranno sempre poi fare azione di regresso contro lo Stato ma ora si trovano davanti a questa scelta cruciale: stare dalla parte dei Cittadini o dalla parte dello Stato ?  Stare dalla parte del Diritto o della burocrazia che serve sempre più spesso ad opprimere le nostre legittime pretese ?

Sindaci, insomma, da che parte state? per vicinanza e mandato dovreste dimostrare attenzione alle problematiche dei vostri concittadini, soprattutto quando – come nel caso di specie – hanno tutte le ragioni.

Lascia un commento »

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.
Entries e commenti feeds.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: