Mangostano: il TAR da ragione all’Antitrust e ad Altroconsumo rigettando il ricorso di Xango

febbraio 2, 2011 alle 5:09 pm | Pubblicato su CONSUMATORI | 10 commenti
Tag: , , , , ,

  Avevo promesso che vi avrei tenuto aggiornati sugli esiti del procedimento del TAR Lazio presso il quale la Xango Italy aveva presentato ricorso contro il provvedimento di sospensione comminatole dall’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato.

Bene, come era prevedibile, il TAR ha rigettato il ricorso di Xango decidendo in favore dell’Antitrust e di Altroconsumo e confermando la bontà del provvedimento sospensivo dell’Antitrust che, lo ricordo, è leggibile qui sul bolletino n. 49 del 2010, pubblicato il 3 gennaio 2011, a pagina 211

Ovviamente la cosa va avanti adesso per quanto concerne il merito, maggiori info qui su Altroconsumo.it

Update: Ricevo da Xango Italia e incollo di seguito molto volentieri questa loro richiesta di precisazione:

Xango Italia esprime disappunto per il rifiuto del provvedimento d’emergenza da parte del TAR

La società confida in una risoluzione positiva

Nei giorni scorsi il TAR ha rigettato la richiesta di Xango per un procedimento d’appello d’emergenza contro la decisione dell’AGCM, che inibisce temporaneamente agli incaricati di Xango di reclutarne nuovi, in attesa di nuove verifiche da parte dell’autorità. La decisione non influisce sulla possibilità da parte di Xango di continuare ad acquisire nuovi clienti. Il pronunciamento del TAR non entra nel merito del provvedimento dell’AGCM, ma rigetta la richiesta di Xango di un appello d’emergenza ritenendo non sussistenti i caratteri dell’urgenza.

 Siamo fiduciosi nel fatto che quando la corte d’appello del TAR considererà il merito del provvedimento dell’AGCM, sarà chiarito che XANGO opera in completo accordo con la legislazione vigente italiana (legge 173/2005) e che le ragioni dell’azienda saranno pienamente accolte.

Bene, come ho detto sin dall’inizio di questa storia, vi terrò informati su tutti gli sviluppi futuri, staremo a vedere, nel frattempo, anche da parte mia, un paio di precisazioni: a) ovviamente la “Corte d’appello del TAR” è il Consiglio di Stato ma direi che prima di tutto attenderemo la decisione nel merito dell’Antitrust; b) il provvedimento cautelare,  ora confermato dal TAR, comminato dall’Autorità a Xango si sostanzia dei seguenti tre punti:

a) sospenda ogni attività diretta al reclutamento e registrazione di nuovi incaricati;

b) provveda ad inserire sul sito web della società, o a comunque rendere accessibile, la documentazione che gli incaricati devono utilizzare per la loro attività promozionale del succo di frutta denominato XanGo Juice, priva di alcun riferimento alle proprietà salutistiche del prodotto, comunicando a tutti gli incaricati l’obbligo di utilizzare esclusivamente tale materiale;

c) comunichi all’Autorità l’avvenuta esecuzione del presente provvedimento di sospensione e le relative modalità entro dieci giorni dal ricevimento del presente provvedimento, inviando una relazione dettagliata nella quale vengano illustrati le misure adottate.

 

10 commenti »

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

  1. Salve pierani,

    come mai il link che ha messo a disposizione sul bollettino n°49 dice not found?
    mi piacerebbe poterlo leggere tutto.

    saluti.

  2. E’possibile avere gli estremi della sentenza TAR?
    grazie

  3. Sentite… io sto cercando di capire se veramente ne vale la pena o no.
    Anche se di natura sono scettico, voglio cercare di andare oltre e capirne un po’ di più.
    Quello che mi rende perplesso è il prezzo esorbitante, ma anche il fatto che essendo già in contatto con una persona distributrice (ci sentiamo su skype, anche perché lei è di Bari ed io di Milano), non ha saputo rispondere ad alcune domande.
    Ad esempio al fatto che essendo mio padre diabetico, anemico, con cirrosi epatica, con un tumore al fegato ed alle vie biliari, con metastasi ad un polmone, con artrite, inappetente (sta dimagrendo) ed altre patologie a 69 anni, ho chiesto se fosse prima il caso di fargli fare un test delle intolleranze e lei mi ha detto che non ce n’era bisogno e comunque che i risultati sono spesso sballati; inoltre ha dato per scontato che io volesssi subito acquistarlo (infatti mi ha mandato 3 mails ultradescrittive su come fare l’iscrizione ed il pagamenteo), mentre in realtà io stavo chiedendo informazioni più dettagliate.
    Voi capite che è normale che io mi senta un po’ preso in giro o comunque non sicuro, perché mi pare che l’atteggiamento non sia stato dei migliori ed infatti gliel’ho fatto notare, ma lei sostiene (nonostante le mails lo comprovino), che le dispiace che io abbia capito qualcosa che non ha scritto, come a dire che ho frainteso.
    Beh… non riesco proprio a capire dove sbattere la testa.
    Ad ogni modo, non credo nel miracolo, ma vorrei solo almeno alleviare il più possibile i dolori di mio padre e farlo vivere il più possibile ed il più decentemente possibile o comunque ci voglio tentare!
    Per quanto riguarda il prezzo, vorrei sapere dove vendono sto frutto di mangostano (serre, mercati, supermercati, negozi… insomma ovunque, basta che io lo trovi e lo possa provare), dato che il succo di Xango è esageratamente caro.
    Infatti, vi posto questo video dove il tizio che parla del frutto, dice che si trova nei mercati (ma io mica l’ho trovato).
    Che costi più di una banana o un ananas ci può stare, ma non che costi 28 euro a bottiglia.

    Ho letto da qualche parte che le migliori proprietà si trovano nella buccia, che però è asprissima e quindi immangiabile, perciò sarebbe meglio provare il succo.

    Questo è il video: http://www.mangostano.com/cristianop/media/RaiDUE_XANGO.php

    Attendo news

    Grazie!

    Stefano Bastia
    stefano.bastia@gmail.com

    • se ne vale la pena bhè bisogna assaggiarlo e vedere di persona ma chi lo prende poi lo consuma sempre perchè come hai detto è naturale e tutto ciò che è naturale fa bene

      se vuoi avere dettagli scrivimi qui gianni82@gmail.com

  4. qualcuno su FB scrive:”Be’ il provvedimento è stato ritirato da quasi due mesi, inoltre è stato reso pubblico un documento con cui l’antitrust ha dichiarato il progetto imprenditoriale é totalmente legale, in tutta sincerità non ho ancora reso visione del citato documento ma la notizia mi è stata riportata da fonti assolutamente attendibile, comunque per quando riguarda il prodotto i NAS avevano già dato il via libera successivamente ad un rigido controllo e la documentazione e già stata resa pub li da parecchio tempo.” vi risulta?

    • assolutamente NO

  5. Xango è stata ufficializzata pienamente legale in italia con bollettino antitrust num. 51 del 9 genn 2012.
    Da oggi Xango è un attività certificata dall’antitrust.

    • Bene! se l’Antitrust ha valutato che, a seguito dell’ultima sostanzialmente modifica del piano di compensazione per gli aderenti, Xango ha completamente eliminato gli aspetti problematici inerenti al sistema di vendita piramidale, assumendo caratteristiche più consone agli schemi di vendita diretta multilivello, per la fiducia che nutro nell’operato dell’Autorità, non ho dubbi che sia così.
      Siamo dunque felici che grazie a noi e all’Antitrust le attività di Xango siano state riportate, a conclusione di questa travagliata vicenda, finalmente sul piano della legalità.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.
Entries e commenti feeds.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: