Unbundling: faceva bene Calabrò ad avere eurotimori, la Kroes lo boccia sonoramente

ottobre 21, 2010 alle 5:17 pm | Pubblicato su CONSUMATORI, DIRITTO, INTERNET, TELECOMUNICAZIONI | 2 commenti
Tag: , , , , ,

Lo dicevo che erano Ore cruciali a Bruxelles per l’assurdo aumento dell’unbundling italiota , a beneficio di chi non fosse addentro nella materia ricordo che le tariffe di unbundling sono quelle che i concorrenti di Telecom Italia devono versare all’ex monopolista per avere accesso alla rete.

Bene, oggi è un gran giorno amici miei: la Commissione europea ha rigettato infatti senza mezzi termini gli aumenti delle tariffe di unbundling richieste da Telecom e approvate da AGCOM, faceva dunque bene il Presidente Calabrò ad essere in preda ad eurotimori !  

L’aumento, approvato da AGCOM lo scorso 9 settembre, era stato aspramente criticato da Altroconsumo che si era rivolta alla Commissaria Kroes chiedendo, in una lettera del 23 settembre, una sua netta presa di posizione in senso contrario, in assenza della quale tali aumenti ingiustificati all’ingrosso avrebbero rischiato di pesare direttamente sulle tasche dei consumatori ribaltandosi sulle tariffe retail. Si ricorda che i rincari precedenti, stabiliti nel 2009 avevano, infatti, già comportato una maggiorazione del 10% sul canone residenziale di TI passato da 14,6 euro/mese a 16,08 euro/mese IVA inclusa.

L’attuale canone di unbundling è di 8,49 euro/mese (già aumentato nel 2009 dell’11% rispetto al prezzo del 2008 di 7,64 euro/mese) e secondo AGCOM dovrebbe passare nel 2010 a 8,70 euro/mese con effetto retroattivo – contro una media UE di 8,38 euro al mese- mentre per gli anni successivi (2011 e 2012) l’Autorità aveva deciso addirittura di applicare tariffe, rispettivamente di 9,14 e 9,48 euro/mese.

Nel bocciare sonoramente la decisione di AGCOM la Commissione  accoglie le richieste di Altroconsumo. A noi come alla Commissaria Kroes pare, infatti, poco plausibile l’argomentazione secondo cui l’aumento del canone di unbundling sia dovuto al cambiamento metodologico che non abbiamo mai contestato. Al contrario, proprio ipotizzando i costi di un operatore efficiente che gestisce una rete in rame di nuova costruzione in un mercato competitivo sarebbe molto più logico immaginare un calo dei prezzi all’ingrosso e non un incremento.

 L’aumento in realtà è dovuto a ben altri fattori che nulla hanno a che vedere con il modello, ovvero i costi di manutenzione della rete in rame e i costi amministrativi commerciali di vendita del doppino in rame agli altri operatori. I primi sono stabiliti partendo da un dato erroneo attestato su un tasso di guastabilità annuo irrealistico pari addirittura al 22,5% nonostante la stessa Telecom Italia abbia recentemente dichiarato che il tasso di guasto oggi registrato si attesti invece intorno al 12%. Immaginando poi una valorizzazione della rete che punti a massimizzare l’efficienza è facile sostenere che il tasso di guasto previsto debba tendere a diminuire e non certo ad aumentare.

Ora, please, bando ai magheggi, l’Agcom deve prendere atto delle indicazioni della Commissione e rivedere i suoi calcoli, i consumatori sentitamente ringraziano la Commissaria Kroes

2 commenti »

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

  1. […] naked. UE ha detto che non è fattibile, anzi, costano già troppo. AGCOM minimizza, Altroconsumo esulta. I netizen aspettano le cifre e i fatti. Oops 6 – Altri guai per Facebook, dove Zynga ha […]

  2. […] LA KROES LO BOCCIA SONORAMENTE• L’angolo di Pierani | 21 ottobre 2010 | • Vai all’articoloL’EVOLUTA AUSTRALIA BOCCIATA IN TECNOLOGIA• IlGiornale.it | 22 ottobre 2010 | • […]


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.
Entries e commenti feeds.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: