Mangostano, un succo piramidale !

settembre 10, 2010 alle 6:42 pm | Pubblicato su CONSUMATORI, DIRITTO | 9 commenti
Tag: , , , , ,

 

Adoro il mio lavoro anche e soprattutto perchè mi capita spesso di imbattermi in cose di questo genere … chiudiamo la settimana con il Mangostano ! Comunicato di Altroconsumo: Succo di mangostano: come spremere soldini (a chi ci casca)

E’ presentato come il toccasana per prevenire e curare patologie cardiache, diabete, cancro, malattie della pelle, morbo di Parkinson e Alzheimer: è il succo di mangostano, un frutto tropicale. Decine di consumatori hanno segnalato l’offerta della presunta panacea ai giuristi ed esperti alimentari di Altroconsumo: il succo si acquista in bottiglie da 750 ml in blocco di quattro, come minimo, per un totale di 115 euro o in bustine monodose (spesa minima 137 euro). Sul prodotto oggi è in corso a Perugia una convention con ospiti internazionali. L’associazione di consumatori ha presentato all’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato una denuncia per pubblicità ingannevole del messaggio e pratica commerciale scorretta, poiché la modalità di offerta del prodotto è assimilabile a tecniche di vendita piramidale. Nel kit inviato a casa sono elencati ben 75 motivi per bere il succo tutti i giorni e le dosi consigliate; nulla di tutto ciò è scientificamente provato. La società distributrice XANGO, che vende il succo di mangostano da anni anche negli Stati Uniti, è già stata ammonita nel 2006 dalla Food and Drug Administration, poiché distribuisce e pubblicizza il prodotto come fosse un farmaco, contravvenendo al Federal Food, Drug and Cosmetic Act, la norma in vigore negli Stati Uniti. Il Italia il prodotto è pubblicizzato dal sito ufficiale www.xango.it , che cautamente parla dei componenti in modo generico (“gli xantoni sono una categoria unica di componenti biologicamente attivi, con numerose capacità bioattive”). Altri siti, come www.mangostano.com , approfondiscono gli effetti vantati e indicano i distributori della propria zona per poter così avviare le pratiche di acquisto del prodotto, attraverso una “vendita diretta”. Aprendo le pagine relative ai distributori, il legame con Xango è evidente. Si trovano poi in rete una molteplicità di piccoli rivenditori che sono anche consumatori. I meccanismi di vendita sono particolari: il cliente è invitato a registrarsi sul sito del mediatore; registrandosi diventa a sua volta venditore; deve così pagare una quota per l’adesione e per un kit d’ingresso. Tecniche di vendita ideate per spremere a fondo le tasche e la credulità del consumatore.

About these ads

9 commenti

TrackBack URI

  1. [...] Approfondimento fonte: Mangostano, un succo piramidale ! « L'angolo di Pierani [...]

  2. amway insegna ;-)

  3. belle le pause ben rodate nel clip :-)

  4. Io uso il prodotto in questione da 18 mesi ( Febbraio 2009 ) ed ho avuto benefici comprovati da vari test ematici fatti prima di berlo e successivamente a cadenza mensile come, purtroppo, le patologie delle quali soffro da svariati anni mi richiedono di eseguire. Sono anche io un semplice cliente di XANGO, e non finirò mai di ringraziare quel ragazzo che con molta semplicità mi ha suggerito di berlo. Visto che non aveva nessuna controindicazione, dato che non è ne un medicinale, ne tanto meno un integratore ma solo di un succo di frutta misto, ho cominciato a berlo ed anche con molto piacere visto che è di un sapore gradevolissimo.

    Sono pienamente d’accordo con quanto affermato dai commenti letti su vari blogs, che evidenziano come Altroconsumo abbia fatto la pipì fuori dal vaso stavolta! In merito a quanto affermato sulle OVVIE PRESSIONI esercitate dalle case farmaceutiche verso il mondo dei media e soprattutto aggiungo verso il Potere POLITICO per contrastare tutti i fenomeni della Nutraceutica che , laddove diventano significativi, come in questo caso ( 2 MILIARDI DI $ e milioni di clienti diretti in tutto il mondo ), si traducono come nel mio caso in un minore uso di farmaci. Personalmente I medici che mi tengono in cura, mi hanno più che dimezzato la prescrizione dei medicinali. ( LORO CHE SONO MEDICI, NON IO DA SOLO ! )

    Voglio aggiungere che mi occupo di economia e di marketing professionalmente da circa 25 anni e non mi sorprende affatto che Altro Consumo attacchi proprio una rete di Vendita con oltre 15.000 clienti e distributori in Italia , sparando nel mucchio .
    Anche loro vivono di passa parola e quello che funziona meglio è quello delle malelingue da sempre.

    Sono più di sei mesi che studio il fenomeno del Mangostano ed ho scoperto che si tratta del fenomeno della Nutraceutica più significativo degli ultimi 30 anni. Ho viaggiato sia per il mio lavoro sia per diletto, nel Continente Americano ed in vari Paesi del Nord Europa anche di recente ed ho rilevato in varie occasioni private ed ufficiali, che le cosiddette “ BIG PHARMA” conoscono molto bene il fenomeno “ Mangosteen “ e che sanno benissimo che non possono contrastarlo più di tanto, visto che le innumerevoli ed autorevoli evidenze scientifiche sulle proprietà degli XANTONI
    polifenoli super antiossidanti il Mangostano o Garcinia Mangostana ne contiene ben 43 dei 200 attualmente rilevati in natura, studiati e catalogati ) sono patrimonio ormai consolidato della Ricerca Scientifica mondiale.
    Se poi aggiungiamo la Vitamina C, le vitamine del Gruppo B, le Catechine,
    I polisaccaridi, i Tannini, gli Stilbeni , le Proantocianidine ( Antocianidi ), I chinoni o chinine, i flavonoidi oltre a Calcio, fosforo, potassio e Ferro che il Mangostano contiene , allora capiamo anche perché questo benedetto succo di frutta è diventato in soli 7 anni il Nutraceutico più acquistato al mondo grazie agli innumerevoli e differenti benefici che procura a chi ne fa un regolare uso come ALIMENTO.

    Ma come vi permettete di usare termini come TRUFFA, BUFALA, RELIGIONE, PIRAMIDE, obblighi di acquisto ???!!! Andate a dirlo alla mia amica Maria che ha visto la Psoriasi che devastava l’aspetto della sua pelle da 40 anni e solo grazie allo XANGO l’ha vista sparire dopo solo 3 mesi … dite a lei che il Mangostano è una bufala.

    Al “sapientone” che scrive che non ci sono ricerche scientifiche sull’uomo fatte ” IN DOPPIO CIECO CONTRO PLACEBO ” che dimostrano in modo inequivocabile i benefici del Succo di Mangostano sulla salute umana regalo qualche links che lo smentisce clamorosamente.

    FONTE : U.S. National Library of Medicine http://www.pubmed.gov
    Effetti sul SISTEMA IMMUNITARIO
    http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/19697997
    ——————————————-

    Effetti sulla PCR ( Proteina C reattiva )
    http://www.ncbi.nlm.nih.gov/sites/entrez Search  mangosteen CRP
    Articolo di Stampa Italiana che riporta lo stesso
    http://www.lastampa.it/_web/cmstp/tmplRubriche/Benessere/grubrica.asp?ID_blog=26&ID_articolo=1287&ID_sezione=33&sezione=Salute
    ____________________________________________________

    Mangostano xantoni e Diabete Search - xanthones diabetes
    http://www.ncbi.nlm.nih.gov/sites/entrez

    —————————————————-

    Mangostano Proprietà ANTIOSSIDANTI
    http://www.ncbi.nlm.nih.gov/sites/entrez?db=pubmed&cmd=DetailsSearch&term=mangosteen+antioxidant
    ____________________________________________________

    Mangostano Proprietà Antinfiammatorie Search  xanthones inflammation
    http://www.ncbi.nlm.nih.gov/sites/entrez
    ____________________________________________________

    Mangostano e dolore Search  mangosteen pain
    http://www.ncbi.nlm.nih.gov/sites/entrez
    ____________________________________________________

    Mangostano e PREVENZIONE del CRANCRO Search  mangosteen cancer
    http://www.ncbi.nlm.nih.gov/sites/entrez
    ____________________________________________________

    Mangostano e la pelle Search  mangosteen skin
    http://www.ncbi.nlm.nih.gov/sites/entrez
    ____________________________________________________

    Mangostano ed allergie Search  mangosteen allergy
    http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed
    ____________________________________________________

    Ce ne sarebbero un’altra decina di filoni di Ricerca Pubblicata sul Mangostano e sugli Xanthones… ma rischierei di essere prolisso. Lascio all’intelligenza di ognuno di Voi ogni considerazione.

    VOGLIO RINGRAZIARE TUTTI MEDICI , che mi hanno aiutato dapprima a capire, poi a dosarlo e poi ad analizzare i risultati dalle analisi cliniche durante questo anno e mezzo che assumo il SUCCO DI MANGOSTANO XANGO, ed un enorme grazie và alla Dottoressa ANGELINA MARTIN FERREIRA di Città Del Messico. Per chi vuole può visitare e consultare il portale dell’associazione di Medici investigatori del Mangostano che presiede e vedere in video una sua dichiarazione ufficiale sul mangostano.

    http://www.ammim.org http://www.youtube.com/watch?v=S5bi4zoHO8M&feature=related

    PER QUANTO RIGUARDA LA STORIA DELLE ” PIRAMIDI O VENDITE PIRAMIDALI ”
    ATTENZIONE Signori: Dal 2005 , in ITALIA praticare attività di vendita truffaldina e piramidale e’ REATO !!!!

    Legge 17 Agosto 2005 N° 173  http://www.parlamento.it/parlam/leggi/05173l.htm

    L’Italia, come sempre quasi ultima in EUROPA a mettersi IN REGOLA , si è dotata di una legge che regolamenta la VENDITA DIRETTA ED ACCUSARE QUALCUNO ( AZIENDA ) DI PRATICARE QUESTO TIPO DI TRUFFA E’ REATO UGUALMENTE PERSEGUIBILE SE TRATTASI DI ACCUSA INFONDATA PUBBLICATA A MEZZO STAMPA.

    PER ESSERE più CHIARO :
    Accusare e scrivere “PRATICA PIRAMIDALE” equivale A
    Scrivere ” TU SEI UN LADRO ” . Non so se lo hanno già fatto, ma fossi io il Presidente della XANGO, avrei già sporto querela alla Testata che ha SCRITTO questa BRUTTISSIMA COSA .

    La Distribuzione commerciale ” IN RETE ” o detta in Inglese ” NETWORK MARKETING ” o VENDITA DIRETTA MULTILIVELLO O MULTILEVEL MARKETING è UN metodo di distribuzione e vendita di Prodotti/Servizi PERFETTAMENTE IN REGOLA ED AFFERMATISSIMO IN ITALIA ED IN CENTINAIA DI PAESI AL MONDO:

    Ma dico io, come si fa ad essere cosi SCIOCCHI a solo pensare che Un’azienda come la XANGO che è una multinazionale con oltre 1000 dipendenti e 35 filiali in altrettanti Paesi al Mondo, arrivi in Italia ad iniziare a FARE UNA TRUFFA COME UNA VENDITA PIRAMIDALE??? A chi lo voleva dare a bere il personaggio di ” Altro Consumo ” ??

    Forse a tutti quelli che pensano con i PIEDI e non con un minimo di cervello?… bhe ALLORA GLI FACCIO I COMPLIMENTI !! HA FATTO CENTRO : IN ITALIA CE NE SONO SVARIATI MILIONI . Farà una gran carriera da giornalista.

    Conosco Personalmente decine di persone che LAVORANO da anni in collaborazione con Società che pratica la Vendita Diretta ( MULTILIVELLO ) in vari settori, e sono tutte persone che lavorano DURAMENTE per portare a casa la ” pagnotta ” e nessuno diventa ricco sulle spalle di qualcuno , ma solo lavorando sodo e costantemente per 3 o quattro anni ed agendo con onestà e correttezza si guadagna una buona provvigione. Se poi c’è qualche CRETINO che va dicendo
    ” che il Mangostano è un farmaco che ” CURA ” e facciamo riferimento a lui siamo CRETINI
    NOI che non sappiamo capire il mondo, distinguere e valutare le fonti, studiare ed approfondire, prima di farci una opinione e soprattutto prima di SPARARE GIUDIZI E SENTENZE NEGATIVI
    E DIFFAMATORI.

    Di sicuro il CRETINO , se esiste davvero, che lo ha detto che “ CURA L’ALZHEIMER “ e magari lo ha anche scritto, credo che non farà una grande carriera col Mangostano perchè verrà STRONCATO dalla Ditta stessa se è un venditore, e deriso da tutto il mondo se si tratta di un semplice cliente diretto. In tutti i materiali ufficiali della XANGO non si parla MAI di “CURARE” né tanto meno di definizione del Succo quale FARMACO . Io in ogni caso credo che le svariate migliaia di consumatori soddisfatti del Succo xango in Italia, malata e non che lo assumono regolarmente e principalmente per fare la VERA PREVENZIONE DELLE MALATTIE in questo momento sono molto delusi ed indignati da questo grosso scivolone di questi signori di Altroconsumo ed useranno TUTTI I MEZZI COMUNICATIVI POSSIBILI per smentire tutte le emerite cavolate che sono riportate nell’articolo pubblicato e rilanciato con molta poca intelligenza , e tanta superficialità da altri giornali online.

    Mi associo all’indignazione dei tanti che hanno avuto come me un aiuto importante ( misurato oggettivamente con analisi e tests clinici inconfutabili), nelle loro sofferenze fisiche dovute alle più svariate e talvolta terribili malattie di cui soffrono.

    Io ribadisco non osavo più sperare da otto anni a questa parte, di vedere benefici e miglioramenti tangibili, ( visto che soffro di una malattia degenerativa contratta a causa di “ STRESS OSSIDATIVO” ) ed evidenti che hanno fatto rimanere a bocca aperta anche svariati Diabetologi , angiologi, clinici patologi, e cardiologi di chiara fama nazionale ed internazionale. Proprio GRAZIE AL SUCCO DI MANGOSTANO DELLA DITTA XANGO.

    • Caro Francesco R,
      ti segnalo la risposta di Altroconsumo alle tante critiche, molto simili alla tua, circa la presa di posizione dell’associazione sul mangostano: http://www.altroconsumo.it/acqua-e-bevande/xango-e-mangostano-giudizio-indipendente-s286393.htm
      Aggiungo, circa il secondo profilo di illegittimità segnalato da Altroconsumo all’Antitrust, che avviare, gestire o promuovere un sistema di promozione a carattere piramidale nel quale il consumatore fornisce un contributo in cambio della possibilità di ricevere un corrispettivo derivante principalmente dall’entrata di altri consumatori nel sistema piuttosto che dalla vendita o dal consumo di prodotti costituisce una pratica commerciale scorretta (art 23 Cod Cons comma 1 p), certo il discrimine tra i sistemi multilevel, legittimi, e quelli piramidali, illegittimi, è sottile ma quello gestito dalla Xango per il Mangostano rientra ad avviso di Altroconsumo nella seconda fattispecie, a questo punto sarà l’Autorità a dire l’ultima parola.

      • Altroconsumo ancora insiste su una serie di grossolani equivoci cui fanno riferimento come verità oggettive e verificate nel loro pessimo articolo sul Succo di Mangostano. Speravo di aver chiarito nella mia articolata risposta precedente, ma evidentemente non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire nè peggior cieco di chi non vuol vedere !
        Nulla questio per quando riguarda la loro Indipendenza Economica da Sponsor od inserzionisti: So che Altroconsumo è realmente una Testata sotto questo profilo realmente Indipendente.

        Proprio per questo motivo e per la stima che da anni nutro rispetto alle innumerevoli inchieste che ho seguito da loro fatte, oggi mi arrabbio ancora di più perchè continuano ad affermare di aver scritto la ” verità” sul Mangostano quando quello che hanno scritto mostra una verità a dir poco molto ma molto parziale.!!!
        ——————–

        • Caro Francesco R,
          ho tagliato qui il tuo nuovo lunghissimo commento che oltre a non aggiungere nulla -a mio modo di vedere – a quanto avevi già espresso precedentemente rischia in alcuni punti di divenire offensivo nei confronti di Altroconsumo.
          Ora, pare del tutto evidente che Altroconsumo ed il sottoscritto la vedono in maniera completamente differente da te sia in merito alle modalità di vendita di questo prodotto sia sull’ingannevolezza o meno dei suoi messaggi pubblicitari.
          Proporrei di chiuderla qui e prendere atto che non siamo per nulla d’accordo, capita spesso nella vita e l’importante è mantenere il rispetto reciproco e la correttezza. Di certo, e questa è una regola generale che vale la pena ogni tanto ribadire, siccome qui siamo a casa mia impedirò che si usino su queste pagine allocuzioni offensive o similia nei confronti di chicchessia.

  5. Altroconsumo :

    VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA !!!

    Smettetela di dire falsità sul succo di Mangostano della Xango. Sono abbonato alla vostra rivista da 10 anni: oggi , dopo aver letto quello che avete scritto in replica anche al mio commento o scritto una raccomandata per disdire con effetto immediato l’abbonamento alla vostra Rivista.

    Non solo l’ho girata a 25 miei amici e conoscenti che come me erano abbonati sollecitandoli vivamente a fare altrettanto soprattutto informando i loro amici con tutti i mezzi possibili.

    Faccio il Ricercatore all’Università di Bologna e sono un medico chirurgo da oltre 30 anni.
    Da oltre 10 anni mi occupo di nutrizione artificiale e di dietologia in un Ospedale Emiliano e da oltre un anno utilizzo personalmente il succo di Mangostano della Xango. Con risultati che ho personalmente portato all’attenzione dei massimi Organi Italiani che si occupano di Ricerca nell’ambito sia della Dietoligia che della Oncologia.

    Io credo di sapere bene perchè avete sparato disinformazione su questo complemento alimentare … senza fare quello che dovrebbe essere il Vostro ruolo in questo caso. Conosco benissimo i Costi non solo economici che girano intorno al Business delle Chemioterapie e dei FANS per non capire quale enorme molla ci sia dietro la vostra apparentemente innociente scivolata disinformativa.

    Gli antiossidanti e gli antinfiammatori naturali che fornisce l’Estratto del mangostano sono troppo pericolosi per chi deve fare affari con chi si DEVE ammalare.

    E mi fermo qui.

    Spero che questa ditta Americana abbia qualche appoggio Politico GROSSO a livello Mondiale e sia in grado di fare il xxxx a strisce a tutti i servi del Business delle malattie .

  6. Ora basta! I commenti a questo post sono chiusi.
    Ho già ampiamente riportato qui quali siano le motivazioni che hanno indotto Altroconsumo a segnalare all’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato la Xango per varie fattispecie di pratiche commerciali scorrette inerenti alla pubblicizzazione e vendita del Mangostano. L’Autorità deciderà sentendo anche la controparte.
    Continuo a ricevere commenti in buona parte offensivi, addirittura adesso con strane commistioni attraverso lo stesso indirizzo email c’è chi prima si presenta con una personalità e poi con un’altra ! Francamente non riesco a stare dietro a questi giochini perdendo tempo nel cercare di moderare chi probabilmente ha ben altri intenti che non discutere civilmente della questione.
    Come ho già detto precedentemente capita spesso nella vita di avere punti di vista differenti, l’importante è mantenere il rispetto reciproco e la correttezza. Visto che su questo argomento non sembra essere possibile mio malgrado mi vedo costretto a chiudere i commenti a questo post. Qui siamo a casa mia e non mi va che su queste pagine si usino allocuzioni offensive o similia nei confronti di chicchessia.
    Vi ricordo che Altroconsumo ha ulteriormente precisato la sua posizione sul Mangostano con l’articolo leggibile qui http://www.altroconsumo.it/acqua-e-bevande/xango-e-mangostano-giudizio-indipendente-s286393.htm che incollo di seguito per esteso.
    Saluti e baci.
    —————–
    Xango e mangostano: giudizio indipendente
    01-10-2010
    Chi avrebbe mai creduto che parlare in modo obiettivo del frutto del mangostano avrebbe sollevato questo gran polverone. Ma le critiche vertono più sulla nostra identità che sui contenuti delle nostre osservazioni. Cerchiamo allora di chiarire alcuni aspetti.

    Indipendenza economica e informazione libera
    La nostra associazione è completamente indipendente. Lo testimonia il fatto che non ci siamo fermati dal criticare gli antivirali di potenti case farmaceutiche in tempo di influenza, né dal mettere in questione il modo in cui sono stati sviluppati i vaccini per la scorsa pandemia, solo per citare gli ultimi casi in tema di salute. Le nostre valutazioni sono libere da condizionamenti, perché ci finanziamo con le quote di iscrizioni dei nostri soci e non offriamo spazi pubblicitari, cosa che altri periodici e quotidiani non possono permettersi. Solo senza la preoccupazione di perdere gli investitori si è liberi di occuparsi di informazione, in modo indipendente. E non abbiamo paura di diventare impopolari per aver detto la verità.

    Competenza tecnica
    Gli studi vanno letti in modo critico, con la mediazione di buon senso e capacità tecniche. È quello che ripetiamo continuamente a chi ci critica linkando tonnellate di pagine web che riguardano studi scientifici, senza prendersi la briga di leggere cosa abbiamo scritto. Noi, gli studi, li leggiamo, perché prender atto della loro esistenza non è sufficiente.
    Una delle interfacce utili per il lavoro di ricerca è Pubmed, uno strumento messo a punto dalla U.S. National Library of Medicine, che permette di “pescare” gli studi scientifici nel mare della letteratura biomedica in cui ogni settimana si riversano centinaia di studi scientifici, sia di pessima qualità che di ottima.
    Pubmed non è una rivista scientifica, è un portale. Il fatto che si trovi uno studio in Pubmed non è in nessun modo un indice di qualità dello studio, come non lo è il fatto che sia stato pubblicato in una rivista.

    Valutazione critica
    I dati provenienti da studi in vitro o in vivo su modelli animali non possono essere in alcun modo trasferiti sull’uomo. Da tempo si è compreso che, in un organismo complesso come l’uomo, gli effetti benefici rilevati su linee cellulari o su cavie possono non manifestarsi.
    Oggi non ci si accontenta più di questi dati. Ci vogliono studi clinici, cioè sull’uomo, che confrontino l’oggetto dello studio con un placebo o con un rimedio comprovato, e che vengano condotti secondo gli standard della buona pratica clinica.
    Qui non si discute la bontà del frutto del mangostano. Effetti benefici sulla salute possono essere ottenuti anche da concentrati di frutta meno esotica di questa. E non sono di sicuro le storie di casi singoli a consegnare lo status di panacea ad un succo di frutta.
    Qui si sostiene che finché non è provato da studi clinici di buona qualità, con risultati significativi, attendibili e ripetibili, nessuna sostanza può vantare un effetto terapeutico o benefico sulla salute dell’uomo. Se il succo della mangostina sarà in grado di dimostrare effetti sulle patologie serie e invalidanti, come quelle tirate in ballo dai siti correlati a Xango, state certi che saremo i primi a dirlo.

    Effetti da dimostrare
    I risultati della ricerca disponibili ad oggi non permettono in alcun modo di associare a Xango qualsiasi proprietà terapeutica o preventiva.
    Questo perché i molti articoli disponibili descrivono per lo più studi in vitro su linee cellulari umane e animali, in cui viene misurata una determinata attività dell’estratto del frutto o dei singoli Xantoni di cui il frutto, nelle varie sue parti, è ricco. L’attività antiossidante, gli effetti sulla proliferazione di linee cellulari tumorali, l’attività antibatterica e antifunginica, così come gli effetti sui processi infiammatori mostrati in questi studi, hanno bisogno di essere valutati e verificati in modelli animali e infine nell’uomo. A oggi, invece, sono molto pochi gli studi in vivo su animali, mentre gli studi sull’uomo, di natura preliminare, si contano sulle dita di una mano o quasi, arruolano un numero irrisorio di pazienti (qualche decina) e valutano obiettivi clinicamente non significativi.
    Insomma, serve ricerca clinica di qualità.

    Nessuno si scandalizza per il costo
    Molti si sono offesi perché abbiamo parlato di questo prodotto non con i toni entusiasti dei clienti soddisfatti, ma con distacco professionale e spirito critico. Nessuno, invece, si scandalizza per il prezzo di una bottiglia (fino a 36 €) o per il sistema di vendita. Entrambi discutibili.
    L’acquisto di Xango è possibile dopo una registrazione online e l’iscrizione come incaricato o cliente preferito. Chi decide di comprare Xango deve pagare anche una quota per l’adesione e per un kit di entrata, e non diventa solo cliente ma anche venditore con livelli di guadagno calcolati sulla base di schemi complessi.
    Ma perché mettere in piedi un sistema di vendita tanto articolato per un prodotto che a fronte dei tanti benefici vantati non sarebbe affatto difficile da vendere?


Al momento l'inserimento di commenti non è consentito.

Blog su WordPress.com. | The Pool Theme.
Voci e commenti feeds.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 1.771 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: