TV vs Internet: ci fai o ci sei ? un pò ci fai … un pò ci sei

settembre 3, 2009 alle 10:22 am | Pubblicato su - TV vs Internet: ci fai o ci sei ? un pò ci fai ... un pò ci sei, INTERNET, TV | 8 commenti
Tag: , , , , , ,

Tv vs InternetE’ successo ancora, ieri sera nella puntata di Matrix dedicata ai social network. Come in molti altri casi prima, sia chiaro, non solo sui canali Mediaset ma anche in RAI, si è scaduti in beceri luoghi comuni con sottofondo di tecnofobia dirompente e ospiti a dir poco inpreparati ad affrontare seriamente i grandi temi epocali che pone la Rete in termini sociali, giuridici e anche di business. Perchè, sì si parlava in maniera molto raffazzonata di Facebook e Twitter ma alla fine era Internet che risultava demonizzata nel suo tutto senza fare alcuna distinzione tra il mezzo e i contenuti, senza neanche provare minimamente ad interrogarsi sulle potenzialità (e anche sui pericoli, per carità, gli effetti della disruptive technology hanno i loro lati negativi) di uno strumento che sta comunque cambiando il mondo.

Quello che mi chiedo, anche e soprattutto alla luce dei dati incontrovertibili sulla crisi emergente della pubblicità in tv è se in casi come questi si tratti di sciatteria o se vi sia dietro una volontà precisa, non che tra le due alternative saprei scegliere quale sia la meno inquietante, ma certo varrebbe la pena di capire come stanno le cose.

Di fronte a situazioni molto simili a queste di evidente ma anche palesemente ostentata ignoranza un mio mitico e compianto professore di greco del liceo cadeva spesso in una sorta di dubbio amletico e poteva continuare a chiedersi per minuti, davanti alla classe attonita: “ci fai o ci sei ? … – e poi si rispondeva da solo – secondo me un pò ci fai un pò ci sei“. Ora, da ieri sera, lo capisco molto di più, perchè il medesimo dubbio inestricabile mi ha attanagliato tutta la notte: questi ci fanno o ci sono ? O, per spiegarmi meglio: sono stati messi insieme ospiti prevalentemente impreparati sulla materia in modo che venisse fuori questa sorta di becera e volgare demonizzazione di Internet ? Oppure non c’è stata alcuna intenzionalità nella cosa ? Insomma: ci fai o ci sei? un pò ci fai un pò ci sei … ah quanto ti capisco ora Prof !

E voi cosa ne pensate ?

8 commenti »

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

  1. tutto cambia affinchè nulla cambi (mai)

    il mio post di (quasi) un anno fa …

    http://micheleficara.com/blog/2008/10/08/facebook-maledetto-schifoso-aggeggio-sfasciafamiglie-socialmente-pericoloso/

  2. […] TV vs Internet: ci fai o ci sei ? un pò ci fai … un pò ci sei « L’angolo di Pierani. E’ successo ancora, ieri sera nella puntata di Matrix dedicata ai social network. Come in molti altri casi prima, sia chiaro, non solo sui canali Mediaset ma anche in RAI, si è scaduti in beceri luoghi comuni con sottofondo di tecnofobia dirompente e ospiti a dir poco inpreparati ad affrontare seriamente i grandi temi epocali che pone la Rete in termini sociali, giuridici e anche di business. […]

  3. Facebook crea dipendenza e atteggiamenti compulsivi.
    Del fatto che sia una droga qualcuno ne parla?

    poi massimo rispetto verso il vero driver del mobile internet.

    Non e’ uno strumento di cucco.

    E’ uno strumento di gossip, è una gigantesca portineria in cui puoi metterti a pulire le scale ascoltando e guardando chi viene e chi va.

    • …ma che dici,
      Facebook, secondo Mafe Da Baggis è il miglior strumento di socializzazione degli ultimi tempi. Il fatto che possa servire per scopi professionali non passa per la testa a nessuno, così come, se usato con moderazione, aprire spiragli di tecnocomunicazione. Ma con le debite precauzioni…altrimenti crea isolamento, dipendenza, rincoglionimento.

  4. Mi sono spesso trovato in disaccordo com Mafe de Baggis su questo aspetto: Facebook E’ UTILISSIMO per scopi professionali, eccome.

    Facebook è una “ambiente digitale” che offre di tutto, sta all’utilizzatore utilizzarlo per quello che ritiene più utile: business o viata sociale personale che sia.

    • Be Manganelli, la vita digitale, per chi lavora nel settore, è qualcosa di molto importante, ma non fino al punto da dover “socializzare” in digitale?

      La mia professione ha come unico scopo quello di dover salvaguardare la privacy, mia e di chi mi sta intorno, e non mi si venga a dire che Facebook mette a disposizione strumenti che permettono di scegliere, c’è sempre il discorso legato alle licenze e ai termini di utilizzo del servizio. Che fine faranno i miei dati una volta che decido di allontanarmi dalla piattaforma?
      E poi sono contrario a Mafe Da Baggis a prescindere…(questa è solo una battutaccia)

  5. a me fanno un po’ pena… (quando non li disprezzo)

  6. […] tutto quello che ho già detto qui con il carico da undici, anche perchè, riconosciamoglielo ! con il servizio che vedete qui sopra […]


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.
Entries e commenti feeds.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: