Un uccelino mi ha detto che venerdì si riunisce la Commissione sull’equo compenso, ecco allora un piccolo remind

settembre 2, 2009 alle 9:31 pm | Pubblicato su - Equo Compenso, CONSUMATORI, DIRITTO, INTERNET, PROPRIET INTELLETTUALE | 2 commenti
Tag: , , , , ,

Venerdì dovrebbe riunirsi di nuovo, dopo la pausa estiva e dopo aver ascoltato tutte le parti interessate, la Commissione ad hoc sull’equo compenso istituita presso il Ministero dei Beni Culturali – così mi dicono

E allora poichè, come si può meglio evincere tra le altre cose dal video che vedete qui sopra, ci sono in ballo svariati milioni di euro che alla fine della fiera paga sempre Pantalone, vale proprio la pena di fare ai membri di tale Commissione un piccolo remind su quali siano le richieste dei consumatori presentate in audizione da Altroconsumo e condivise da tutto il CNCU (Consiglio Nazionale Consumatori e Utenti):

– Un no secco all’aumento delle tariffe per l’equo compenso su cd e dvd vergini

– Un no ancora più secco all’allargamento dell’equo compenso anche ai telefoni cellulari o altri supporti tecnologici, come richiesto da SIAE.

In audizione, inoltre, avevamo ricordato che l’equo compenso ha una formulazione che risale a un’epoca lontana dal mondo digitale, e dunque:

  • non è basato sull’effettivo danno cagionato ai detentori dei diritti dalla copia private ma su semplici presunzioni;
  • non tiene in alcuna considerazione l’esistenza di restrizioni tecnologiche alla copia privata e i casi nei quali il diritto alla copia sia già previsto e remunerato dalle licenze. Questo genera fenomeni di doppio, triplo o quadruplo pagamento;
  • non è trasparente. Il consumatore che acquista prodotti ai quali si applica l’equo compenso non ne viene affatto informato e, allo stesso modo, la distribuzione agli autori delle somme provenienti dall’equo compenso avviene sulla base di meccanismi poco accessibili e buona parte viene assorbita dai costi strutturali e amministrativi della Siae.
  • Per chi avesse tempo e voglia di soffermarsi sulla questione qui il documento che abbiamo depositato. Insomma, esimi Commissari, pensateci bene !

    2 commenti »

    RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

    1. […] conclusione, se qualche settimana fa rivolgendomi ai membri della Commissione ad hoc sull’equo compenso presso il Ministero dei Beni Culturali, dicevo: un no […]

    2. […] oltre che rozzo e ormai obsoleto nell’ambito del mercato digitale,  mi sono già soffermato qui e […]


    Lascia un commento

    Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

    Logo WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

    Google+ photo

    Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

    Connessione a %s...

    Blog su WordPress.com.
    Entries e commenti feeds.

    %d blogger cliccano Mi Piace per questo: